Leggere ad alta voce a volte è faticoso

Togliere le scarpe, lavarsi le mani, preparare la cena, cambiarsi i vestiti mentre il tutto ribolle, controllo compiti, arriva il momento di mangiare, capricci, doccia, televisione. Infine arriva l’ora delle nanne e finalmente crolla con il gusto del dentifricio ancora in bocca, dopo aver testato le molle del materasso. Si sa, la routine porta a farci prediligere le serate tranquille, quelle quotidiane in cui i nostri bimbi non decidono di rifiutare la pasta perché il sugo ha uno strano odore. Quelle serate in cui gira tutto liscio, in cui basta una buona notte, un bacio ed una coccola e subito gli occhi si chiudono mentre noi genitori possiamo ritornare ad ascoltare il fischio del frigorifero.

Eppure c’è una abitudine che non andrebbe trascurata: la lettura ad alta voce.

Secondo il parere dei dottori, il leggere ad un bambino, porterebbe dei miglioramenti a livello linguistico, creativo e in generale per lo sviluppo dell’intelligenza.

Chi invece pratica questa attività serale tende a soffermarsi sugli aspetti della coltivazione del legame tra genitori e figli, celebrando l’attività di lettura come un momento intimo che aiuterebbe i bambini ad esprimere i propri pensieri e le proprie emozioni.

Diritti immagine: I musicanti di Brema, Crema, New York

«Una lettura ad alta voce, è in grado di “rapire” un bambino almeno quanto un videogame» afferma il dottor Michele Gangemi, dell’Associazione Culturale Pediatri e pediatra di libera scelta a Verona, durante un’intervista rilasciata per il Corriere della Sera-Salute.

Non esiste una età ideale in cui iniziare a leggere, è un’abitudine che è meglio coltivare fin da piccoli, ovviamente cercando i testi più adatti.

Ma cosa leggere?

Quando i bambini iniziano a sperimentare con il linguaggio e a riconoscere gli oggetti che fanno parte della loro quotidianità, i libri che appassionano di più sono quelli che permettono di riconoscere cose e situazioni già conosciute o vissute con mamma e papà. Il bambino ci sorprenderàcon la sua capacità di fare connessioni tra mondo reale e mondo immaginario.

Crescendo si può iniziare a leggere con il proprio bambino favole che ricordano la realtà ma in grado di stuzzicare la fantasia: animali che parlano e vivono avventure fantastiche, principesse guerriere o simpatici gattoni mangioni.

I musicanti di Brema, Crema, New York ne sono un esempio:

Diritti immagine: I musicanti di Brema, Crema, New York

E i libri digitali?

Non c’è alcuna differenza. Bisogna solo prestare attenzione ai dispositivi retro-illuminati (tablet, Ipad) ricordandoci d’aver cura di abbassare la luminosità o nei dispositivi che lo permettono, inserire la “luminosità di lettura”. Se non vi sembra sufficiente per riuscire a leggere accendetevi una luce, anche a bassa intensità. Utilizzare la luminosità alta del tablet prima d’addormentarsi può essere causa d’insonnia. Sintomo che si può riscontrare anche se si guarda la televisione senza una luce accesa.

Diritti immagine: I musicanti di Brema, Crema, New York

Tra i momenti più importanti

L’aspetto che rimane davvero importante, libri digitali o cartacei, è condividere questo momento assieme al proprio bambino. È vero, a volte tra impegni, stanchezza e ritmi della vita adulta, siamo tentati a cercare un passatempo per i nostri bimbi che li tenga occupati. Capita a tutti, non preoccupatevi, tuttavia il momento della storia letta ad alta voce, dello scambio di idee e delle coccole fanno davvero parte dei nostri ricordi più preziosi e importanti. Non solo per i nostri bambini ma anche per noi genitori.


Questo articolo è stato sponsorizzato da Nebula House, casa editrice berlinese specializzata nella pubblicazione di libri digitali e cartacei. “I nostri titoli vogliono dare risalto a tematiche e angolature originali e spesso inesplorate. Ci dedichiamo inoltre allo sviluppo di idee e progetti; lavitachevorrei.com è un esempio.
Sito web
Scrivici una email
Messaggiaci su Facebook


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *